Seguici su:       Telefono: 039-272861   Mail: info@accademiapbs.it
   
Sono in partenza nuovi Corsi, per maggiori informazioni clicca qui

COMUNICATO STAMPA – Aprea, Regione sarà parte civile in caso abusi studentesse

A seguito delle notizie di cronaca giunte in mattinata e a nome degli enti che operano nella formazione professionale, in particolare nel settore benessere, ci sentiamo colpiti di quanto accaduto.

Come Ente storico che opera nel contesto della bellezza e benessere da oltre 30 anni, condanniamo laddove venisse confermato – quanto accaduto, in primo luogo per la violenza che si è perpetrata ai danni di giovani studentesse, in secondo luogo perché questi scellerati avvenimenti, nuocciono al costante, difficile e proficuo lavoro che ogni giorno gli enti formativi mettono in campo per offrire una formazione di eccellenza in vista di futuro proficuo per i nostri giovani.

Questi eventi non possono e non devono imporre una frenata alle politiche attive di istruzione e formazione e lavoro, messe in campo dalla Regione Lombardia e in particolare dall’assessorato capitanato dalla nostra validissima Assessore Regionale Valentina Aprea, proprio attraverso i percorsi di alternanza scuola lavoro duale e apprendistato.

La nostra Accademia vigila e vigilerà affinché fatti del genere non possano e non debbano più accadere, ringraziando fin da ora la Polizia di Stato di Monza per il lavoro svolto e plaudendo alla scelta della Regione di costituirsi parte civile.

Siamo pronti in ogni sede a tutelare la professione delle estetiste e delle migliaia di centri estetici con i quali collaboriamo da 30 anni e che svolgono un servizio di eccellenza sul territorio Lombardo, rappresentando una parte fondamentale dell’economia del Made in Italy.

————-

Riportiamo il comunicato di Regione Lombardia 14-07-2017 17:13

Monza: Aprea, Regione sarà parte civile in caso abusi studentesse

Milano, 14 lug. (AdnKronos) – “Apprendiamo oggi con sconcerto le notizie che avrebbero coinvolto nostre studentesse in attività di apprendistato e di stage professionalizzanti. Se dovessero essere confermate, noi annunciamo la volontà di costituirci parte civile di fronte a reati che rappresentano un grave pregiudizio per la Regione sia come istituzione che come comunità”. Lo annuncia l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea, dopo l’arresto da parte della polizia, su ordine del gip di Monza, di un 54enne accusato di violenza sessuale su minori nei confronti di quattro ragazzine, di età fra i 15 e i 17 anni.

L’uomo, titolare di due centri estetici, è indagato per averle molestate durante il periodo di alternanza scuola-lavoro che le giovani svolgevano come attività curriculare, frequentando una scuola professionale per estetiste.


Ministro Istruzione  Fedeli: “A Monza fatto grave, bene Aprea su costituzione parte civile

 

“Le notizie apparse oggi sugli organi di stampa in merito a quattro ragazze che sarebbero state oggetto di violenza durante lo stage che stavano facendo, nell’ambito del corso professionalizzante regionale a cui sono iscritte, sono di enorme gravità. Bene ha fatto l’assessore regionale all’Istruzione Valentina Aprea ad annunciare la costituzione come parte civile della Regione Lombardia. A tutela dell’amministrazione e a sostegno delle vittime. È inammissibile che le nostre ragazze e i nostri ragazzi possano essere oggetto di simili violenze mentre stanno svolgendo un pezzo della loro formazione. Pur non essendo direttamente coinvolti come Ministero sosteniamo la Regione Lombardia in questa scelta e ringrazio Aprea per il segnale immediato che è un segnale di attenzione importante nei confronti delle ragazze e dei ragazzi e delle famiglie”.